...
Tutto sui tuoi giochi, film e TV preferiti.

Mass Effect Legendary Edition rimuove le famigerate foto d’archivio dal terzo gioco

6

I fan stanno scoprendo che Mass Effect: Legendary Edition sta apportando diverse piccole modifiche per risolvere problemi di vecchia data con la serie. Questi non sono necessariamente molto evidenti, e potresti anche non vederli a seconda di come giochi – uno dei più importanti è il volto di Tali’Zorah, che puoi vedere in Mass Effect 3 se la ami, ma che ha lasciato un po’ delusi i giocatori del gioco originale.

L’immagine originale di Tali era una foto d’archivio di una modella umana maldestramente modificata per sembrare aliena: la pelle della modella si è tinta di blu, metà della sua mano è stata tagliata e le iridi e le pupille dei suoi occhi sono state cancellate. Non c’era modo di dire che fosse anche Tali, se non per deduzione dal fatto che stavi corteggiando lei. La foto sostitutiva, d’altra parte, è molto più evidente di Tali, dato che indossa ancora il suo caratteristico abito viola e il cappuccio, l’unica differenza è che la sua maschera è senza maschera in modo che il giocatore possa vederla in faccia.

È una piccola ma gradita correzione di qualcosa che ha infastidito a lungo i fan della serie: dato che il giocatore non vede mai la faccia di Tali da nessun’altra parte, avere il suo ritratto come una foto d’archivio mal modificata è stata una delusione. E questo non è l’unico piccolo cambiamento apportato dalla Legendary Edition. Sappiamo già che il Mako del gioco originale stava subendo una revisione (un Mako-ver, se vuoi). I giocatori hanno scoperto che la specie di un personaggio era stata cambiata per avere più senso nel contesto del suo aspetto.

La Legendary Edition sta ottenendo buoni numeri su Steam e ha stabilito un record per il gioco Bioware con il più alto numero di giocatori simultanei. È ovvio che i giocatori sono ansiosi di tornare alle avventure spaziali del comandante Shepard, ed è bello vedere che gli sviluppatori stanno sfruttando l’occasione per risolvere i problemi più piccoli che sono sfuggiti loro la prima volta.

Fonte: Eurogamer

Fonte di registrazione: gameranx.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More